PUSH

7 suggerimenti su come trasformare visitatori del sito in destinatari della newsletter – e nel tempo in clienti

Tempo di lettura 4 min.

Immagina di essere il proprietario di un piccolo negozio. È molto frequentato, ma non sempre i clienti tornano e non tutti comprano qualcosa. I gestori di un negozio online, che vogliono trasformare i visitatori del loro sito in clienti, spesso si ritrovano nella stessa situazione. Buone notizie: una newsletter può essere la soluzione per far sì che i clienti rimangano.
Scopri in questo articolo come convertire i visitatori del tuo negozio in destinatari delle tue e-mail (e, col tempo, in clienti).

Ti starai chiedendo: “Perché mandare una newsletter? Voglio che i miei visitatori acquistino subito!”. Quella sarebbe, ovviamente, la situazione ideale. È comunque importante rimanere impressi nella mente dei tuoi visitatori e clienti.
Specialmente i nuovi visitatori hanno bisogno di un po’ di tempo per acquisire fiducia nel tuo negozio online. Le newsletter offrono un’ottima opportunità per seguire possibili clienti e dare loro la libertà di conoscere te e la tua offerta col tempo.

Inoltre una newsletter spesso porta all’aumento del traffico sul tuo sito – che rimane alto se continui a mandare e-mail regolarmente. Con la newsletter e gli accessi al sito che ne derivano, potrai anche influenzare il tuo Google Ranking positivamente.

Sono chiari i vantaggi della newsletter, ma come si può convincere un visitatore a iscriversi?

header_push_besucher_newsletter_empfaenger_kunden

7 consigli su come trasformare i visitatori in destinatari delle e-mail

1. Rendi il modulo per l’iscrizione più visibile: Per qualche oscuro motivo c’è chi nasconde il modulo di iscrizione e solo tramite ricerche Google mirate i prospect riescono a trovarlo. Idealmente i tuoi visitatori dovrebbero poter trovare il modulo d’iscrizione fin da subito. Nel migliore dei casi deve essere ben visibile all’interno della pagina – come voce separata nel menu o come pop-up. È bene che il pop-up appaia non appena l’utente abbia passato un paio di secondi sulla pagina. Non è affatto raro trovare un modulo d’iscrizione nel footer del sito.

2. Usa il carrello: Ha senso suggerire l’iscrizione alla newsletter quando i clienti hanno finito il loro acquisto. I visitatori sono già dove li vuoi – con il tempo, una newsletter può fidelizzare i tuoi clienti. Per via della GDPR è essenziale che l’iscrizione alla newsletter al check-out sia assolutamente volontaria. Caselle spuntate o campi obbligatori per nome o data di nascita non sono permessi. Se però porti avanti gli argomenti giusti, i tuoi clienti saranno contenti di farlo.

3. Comunica i vantaggi chiaramente: Perché i visitatori dovrebbero iscriversi alla tua newsletter? Spiega brevemente i vantaggi offerti nel modulo di iscrizione così da convincere i prospect a ricevere le tue e-mail. Puoi farlo con:

  • Uno sconto dopo l’iscrizione
  • Offerte esclusive agli iscritti
  • Auguri di compleanno e sconti
  • Essere il primo a visualizzare la newsletter
  • Download gratuiti

Più il modulo e la descrizione dei vantaggi sono chiari e “puliti”, maggiori saranno le probabilità di ottenere nuove iscrizioni.

4. Di meno è di più: Secondo la GDPR puoi richiedere soltanto l’indirizzo e-mail come campo obbligatorio nel modulo d’iscrizione, tutte le altre informazioni devono essere volontarie. Puoi sfruttarlo a tuo vantaggio perché meno informazioni andranno inserite, maggiori saranno le probabilità di iscrizione. Se comunque intendi personalizzare le offerte che mandi, per esempio in occasione del compleanno del cliente, puoi aggiungere campi opzionali. In questo caso è importante indicare nel modulo o all’interno della privacy policy per quali scopi verranno utilizzati quei dati.

5. Pubblica recensioni positive: Le citazioni dei clienti soddisfatti nella pagina di iscrizione ispirano fiducia. La “comprova sociale” rimanda alla necessità provata da una persona di seguire la massa – un semplice trucchetto psicologico. Se altri clienti condividono le esperienze positive che hanno vissuto sul tuo negozio online, altri saranno felici di unirsi al gruppo. Usa questo effetto per rendere la newsletter attraente agli occhi dei possibili clienti ed aumenta le vendite! Visita questo link per scoprire come usare l’effetto “bestseller”. In questo articolo trovi altri modi su come sfruttare al meglio l’effetto bestseller.

6. Copri tutti i canali: Se vuoi attirare non solo i visitatori del sito ma anche i cosiddetti “window shopper”, proponi il modulo d’iscrizione su tutti i canali usati dalla tua azienda. Usa i posti di Facebook o le storie di Instagram per attirare l’attenzione sulla tua newsletter. Se fai pubblicità offline, stampata o addirittura in televisione, puoi fare riferimento alla tua newsletter anche lì. Questi canali offrono il chiaro vantaggio di raggiungere una vasta audience – se il richiamo alla newsletter è associato a un vantaggio per i destinatari (Ottieni uno sconto di 5€!), verranno da voi di loro spontanea volontà.

7. Usa la SEA e le ad sui social: se vuoi promuovere attivamente la tua newsletter, puoi pubblicizzarla con SEA e inserzioni pubblicitarie sui social media in maniera simile al punto precedente. A differenza della classica carta stampata, puoi controllare più facilmente il target al quale mostrare la pubblicità. Se gestisci un negozio di scarpe online, puoi specificare “scarpe” come interesse specifico dei destinatari della tua newsletter. Puoi specificare molti altri parametri per focalizzarti sulle persone più interessate alle tue e-mail.

Conclusione

L’e-mail marketing è ancora un canale di comunicazione di grande successo, che promette risultati anche quando si ha un budget limitato. Per aumentare le vendite, dovrebbero approcciarsi al marketing tramite newsletter soprattutto i retailer online. Le newsletter non portano solo più traffico sul sito, ma anche una ritenzione del cliente migliore e a lungo andare anche vendite vertiginose. Più è evidente il modulo d’iscrizione, più visitatori ne saranno a conoscenza e si iscriveranno – di conseguenza aumentando le vendite online!


Giulia Cuccu

Giulia si occupa di marketing e comunicazione per CleverReach® Italia.