PUSH

10 metodi efficaci per ottenere nuovi iscritti alla tua newsletter

Tempo di lettura 10 min.

Ottieni nuovi indirizzi e-mail sul tuo sito web

Ottenere indirizzi e-mail è uno dei punti cardine dell’e-mail marketing. Ma come riuscirci? Trovarli dove incontri i tuoi clienti ogni giorno potrebbe essere un buon inizio, quindi il tuo sito web, shop online o blog.

Secondo le statistiche 2 visitatori di un sito web su 100 si iscrivono a una newsletter1, quindi 20 ogni 1.000 e 200 ogni 10.000. Non è chiarissimo il motivo per il quale i visitatori vengano raramente invitati a iscriversi alle newsletter: i link di iscrizione sono spesso nascosti in fondo al sito, nel footer, anche se si tratta di grandi brand internazionali.

Perché rendere complessa una cosa così semplice?

Il tuo stesso sito offre tantissime opzioni per mettere al centro il modulo di iscrizione, questo grazie a squeeze page o welcome mat, pop-up, menù di navigazione, contenuti sul blog o pagine 404 – con percentuali di successo fino al 50%!

Ti presentiamo le 10 strategie di maggior successo per ottenere più indirizzi e-mail sfruttando il tuo sito web:

1. Squeeze page e welcome mat
2. Lo slider di iscrizione
3. I pop-up
4. Il pulsante di iscrizione nella homepage
5. Il modulo di iscrizione nella barra laterale e nel footer
6. Pagine prodotto o sconti
7. L’attivazione all’interno del contenuto
8. Più indirizzi e-mail con il box “Contattaci”
9. “Grazie per l’acquisto!”
10. Iscriversi alla newsletter tramite le pagine 404


1. Squeeze page e welcome mat

Tassi di iscrizione: Fino al 40%

La squeeze page è una landing page upstream che ha l’obiettivo unico di portare i visitatori a iscriversi alla newsletter: è qui che i visitatori atterrano quando inseriscono un URL, per essere reindirizzati sul tuo sito solo a iscrizione effettuata o dopo aver cliccato sul pulsante “No grazie”.

È una deviazione per i visitatori del tuo sito, mentre per te è una scorciatoia per ottenere una mailing list più ampia.

Una squeeze page ha l’unico obiettivo di raccogliere indirizzi e-mail e contiene soltanto un’offerta di iscrizione attraente, un modulo di iscrizione e un pulsante “No grazie”. È per questo che sono così efficaci. Il focus è uno solo: iscriversi o non iscriversi?

Naturalmente i visitatori del tuo sito web possono esser presi un po’ di sorpresa, anche perché pensavano di finire direttamente sulla tua homepage. Le percentuali di iscrizione arrivano al 40% e trasformano la squeeze page nel metodo migliore per ottenere nuovi indirizzi.

Welcome Mat - Win new recipients for your email marketing - CleverReach®
Screenshot: Esempio di un Welcome Mat by Jeff Bullas

Un’alternativa alla squeeze page è il Welcome Mat, che non si focalizza soltanto su un’iscrizione a una newsletter, ma offre anche la possibilità di scorrere verso il basso per arrivare alla vera homepage. Il tasso di iscrizioni per un Welcome Mat va dal 5% al 10%. Sei tu a conoscere i tuoi visitatori meglio di chiunque altro – decidi tu qual è il metodo migliore fra cui scegliere: Squeeze Page o Welcome Mat?

↑ Torna in cima


2. Lo slider di iscrizione

Tassi di iscrizione: Fra il 3% e il 5%

Lo slider mostra immagini o notizie su una pagina web ed è molto simile a uno slideshow: le immagini mettono il visitatore nel giusto mood per saperne di più e acquistare i tuoi prodotti e/o servizi. Con un design accattivante ed emozionale, lo slider pone subito l’attenzione sulla tua offerta di iscrizione.

È importante sfruttare uno degli slider per promuovere l’iscrizione alla newsletter. Combinandola poi con una promessa forte o un’offerta speciale, si possono ottenere fino al 5% di nuovi iscritti. Ecco un esempio di un brand fashion statunitense.

Slider - Win new recipients for your email marketing - CleverReach®
Screenshot: Esempio di slider di iscrizione su effortlessgent.com

Nota bene: lo slideshow passa alla slide successiva dopo pochi secondi, per questo è necessario inserire titoli brevi per le tue offerte, ricorrendo anche a pulsanti e frecce per portare i prospect a cliccare ed essere reindirizzati sul modulo di iscrizione.

Uno slider convince fino al 5% dei visitatori a iscriversi alla tua newsletter.

↑ Torna in cima


3. I pop-up

Tassi di iscrizione: Fino al 40%

I pop-up sono simili alle squeeze page e ai welcome mat e richiedono una reazione immediata da parte dei tuoi visitatori: è per questo che spesso sono considerati fastidiosi, ma per lo stesso motivo si ritene abbiano un discreto successo – sono un classico per costruire una mailing list!

cleverreach_10-ways-win-new-recipients-address-email-marketing-pop-up
Screenshot: Esempio di pop-up di uscita su fab.com

Esistono diversi tipi di pop-up:

  • Il pop-up site-wide: Si apre dopo circa 2 secondi dal caricamento della pagina e occupa uno spazio tale per cui è difficile ignorarlo. Infastidisce in modo aggressivo i tuoi utenti e impedisce loro di svolgere altre azioni. Ecco perché ha un tasso di successo del 17%.1
  • Il pop-up di uscita: Appare quando il visitatore sta per lasciare il tuo sito ed è quindi molto meno fastidioso, ma, al tempo stesso, il tasso di successo è minore (6,5%).
  • Il pop-up slide-in: Viene mostrato sullo schermo una volta che si scorre per una certa percentuale lungo la pagina. Se un articolo è stato letto fino al 50% e l’utente ha mostrato vero interesse, offrigli un tutorial gratuito via e-mail sul tema. La probabilità di iscrizione in questo caso è molto alta.

Più i pop-up sono aggressivi nell’interrompere il flusso di navigazione dell’utente, più successo avranno!

Che cosa significa per te? Se decidi di disturbare i tuoi visitatori con un pop-up, fallo con uno che occupi l’intera pagina! In questo modo, l’iscrizione alla tua newsletter riceverà più attenzione possibile, e quindi tu otterrai più indirizzi e-mail!

↑ Torna in cima


Tassi di iscrizione: Fino al 20%

Chiunque abbia mai avuto a che fare con il comportamento di lettura dei visitatori ha ben chiaro di cosa stiamo parlando: il menù di navigazione principale suscita grande interesse – un pulsante di iscrizione in questa posizione può aiutare a raggiungere fino al 20% degli utenti.

Un pulsante di iscrizione nel menù principale ha un ulteriore vantaggio: i visitatori possono accedervi da ogni altra pagina del blog o dello shop. Anche se la homepage contiene un maggior numero di link rispetto ad altre pagine, il visitatore nella maggior parte dei casi ci finisce tramite il motore di ricerca. Ha senso solo quindi quando trovano il pulsante di iscrizione in posizioni di rilievo all’interno della pagina.

Un esempio direttamente dalla nostra homepage:

Sign Up Button Navigation Cleverreach
Esempio di pulsante di iscrizione alla newsletter dalla barra di navigazione sulla homepage di CleverReach®

Consiglio: Oltre a scegliere un colore e una forma accattivante, il pulsante di CTA nella barra di navigazione può creare alti click rate se contiene parole trigger come “Gratis”.

↑ Torna in cima


5. Il modulo di iscrizione nella barra laterale e nel footer

Tassi di iscrizione: Fra il 3% e il 5%

C’è un motivo se i moduli di iscrizione sono molto popolari come parte della barra laterale o del footer: si impostano velocemente, proprio come i moduli di iscrizione Double-Opt-In di CleverReach® e i tuoi visitatori sanno come utilizzarli. Ogni utente sa esattamente dove andare a cercare quando vuole iscriversi alla tua newsletter, ma, sfortunatamente, solo l’1% dei visitatori sente quella motivazione interiore all’iscrizione alla newsletter, mentre il restante 99% ignora che cosa c’è nel footer o nella barra di navigazione laterale. Questo è riconosciuto come “Cecità alla barra laterale”.

Ecco come puoi combatterla:

  • Ripulisci la barra laterale e riempila solo con un modulo di iscrizione che occupi tutto lo spazio della barra di navigazione laterale. Nulla dovrebbe distrarre i tuoi potenziali iscritti, né un pulsante che rimanda ai social media né nessun altro widget!
  • Quando si tratta di design, conta su tutto ciò che spicca: colori vivaci, una cornice animata o pulsanti di iscrizione lampeggianti.
  • La comicità aiuta a trovare nuovi iscritti più facilmente.

Qui trovi un esempio da “Screw the Nine to Five”:

'Sign Up Sidebar and Footer - Win new recipients four your email marketing - CleverReach®
Esempio di modulo di iscrizione nella barra laterale

Con un box di questo tipo otterrai tassi di iscrizione dal 3% al 5%!

Inserire un modulo di iscrizione completo nel footer è un po’ più difficile – ha più senso invece aggiungere un’offerta di iscrizione in fondo alla pagina, vicino al footer e aggiungere il link al tuo modulo di iscrizione.

↑ Torna in cima


6. Pagine prodotto o sconti

Tassi di iscrizione: Fino al 10%

Le opzioni di iscrizione sulle pagine prodotto che offrono uno sconto sono il metodo migliore per ottenere nuovi iscritti su uno shop online. Con tassi di iscrizione fino al 20%, migliorerai il tuo e-mail marketing e le vendite.

Mettiamo caso che un utente stia cercando una nuova camicetta online e che, per caso, finisca su un’offerta interessante – accanto alla descrizione prodotto potrebbe trovare un modulo che gli offre il 15% all’iscrizione alla newsletter – in un colpo d’occhio, l’idea di risparmiare diventa irresistibile.

Come trasformare le tue pagine prodotto in un generatore di indirizzi e-mail:

  • Inserisci un conto alla rovescia vicino allo sconto per generare un senso di urgenza – la paura di perdersi quell’offerta porterà l’utente a iscriversi velocemente alla tua newsletter.
  • Inserisci un pop-up che indichi ancora una volta l’offerta – questo aiuterà ad aumentare vendite e iscrizioni.
  • Offrire costi di spedizione gratuiti contribuisce ad aumentare vendite e iscrizioni.

↑ Torna in cima


7. L’attivazione all’interno del contenuto

Tassi di iscrizione: Fino al 50%

Ogni articolo accattivante contenente link di iscrizione può avere una percentuale di successo fino al 50%!

Puoi sfruttare contenuti aggiuntivi e corsi online – la tua audience non vede l’ora di cliccare su “Iscriviti ora” quando sono presenti promesse accattivanti, che incontrano i loro obiettivi e desideri. Disegnare un premio attraente può essere anch’esso un mezzo per il successo: se, per esempio, i lettori degli articoli sulla dieta Dubrow sono interessati al concetto di perdita di peso e volessero approfondire ulteriormente, cliccheranno velocemente sul link che li porta al modulo di iscrizione. Se volessi poi incentivare l’iscrizione con un e-book di ricette, il tasso di iscrizioni aumenterebbe ancora di più.

La newsletter è la soluzione a un problema che diventa evidente al lettore leggendo l’articolo: in questo modo è possibile attrarre fino al 50% in più di nuovi utenti. Si tratta del metodo migliore per ottenere nuove iscrizioni alla tua newsletter.

Inserisci i link nei diversi paragrafi del tuo testo: per esempio, l’esperienza di successo di chi ha sperimentato la dieta Dubrow può aumentare l’interesse nella ricezione di una newsletter. Inoltre, il modulo di iscrizione alla fine del testo è obbligatorio – puoi anche ricorrere a un breve sondaggio all’interno dell’articolo, che includa un box da completare per registrarsi.

Nota bene: Secondo la GDPR, non hai il permesso di pre-compilare il box sul consenso informato. Scopri qui come utilizzare il modulo di iscrizione in modo che sia compliant.

↑ Torna in cima


8. Più indirizzi e-mail con il box “Contattaci”

Tassi di iscrizione: Fra il 5% e il 10%

Un’opportunità vantaggiosa per generare nuovi iscritti alla tua newsletter “on the go” è la tua pagina “Contattaci”: gli utenti lasceranno il loro e indirizzo e-mail comunque, quindi, perché non approfittarne per chiedere loro anche di iscriversi alla newsletter? Con un’offerta attraente e un box sul quale cliccare, hai la possibilità di portarti dal 5% al 10% di nuovi utenti a casa.

Nota: Anche in questo caso non sei autorizzato a pre-compilare il box del consenso informato ai sensi della GDPR.

↑ Torna in cima


9. “Grazie per l’acquisto!”

Tassi di iscrizione: Fra il 5% e il 10%

Quando si tratta del processo di acquisto, non è intelligente offrire un’iscrizione alla newsletter “on the go”. I clienti si aspettano un box per la sottoscrizione alla tua newsletter e ignorano attivamente quest’opzione nel processo di checkout.

Crea maggiore sorpresa chiedendo l’iscrizione alla newsletter sulla pagina di conferma acquisto con un messaggio di ringraziamento. Nel box puoi offrire loro un coupon da 10€ da spendere per l’acquisto successivo, quindi un’offerta che generi più traffico e vendite, che non si riduca esclusivamente all’ottenere più iscritti alla newsletter e maggiore fidelizzazione.

Vuoi combinare la tua gratitudine a un coupon? Punta sull’aspetto psicologico: i clienti non vogliono perdersi le offerte più accattivanti del momento. Sfrutta quindi questo bisogno e offri una soluzione, come “Sì, tienimi aggiornato via e-mail su ogni vendita, lancio prodotto, promozione e altro!”. In questo modo otterrai dal 5% fino al 10% di nuove iscrizioni alla tua newsletter.

↑ Torna in cima


10. Iscriversi alla newsletter tramite le pagine 404

Tassi di iscrizione: Fra il 5% e il 10%

Nell’e-commerce succede spesso che alcune pagine non siano più disponibili e che alcuni articoli sui blog vengano cancellati. In questo caso i visitatori vengono indirizzati su una pagina di errore 404: usale per far crescere la tua mailing list!

Inserire un modulo di iscrizione sulle pagine 404 significa fare qualcosa di più per i tuoi clienti. Per gli shop online potrebbe inoltre valere la pena offrire uno sconto di compensazione per gli articoli sold out. Queste azioni porteranno a un boost di iscrizioni, un più alto tasso di fidelizzazione, traffico e vendite.

↑ Torna in cima


Esistono tanti modi per sfruttare la tua homepage e ottenere più indirizzi e-mail

In molti casi però i metodi elencati qua sopra portano all’abbandono di percorsi ben conosciuti: può essere difficile provare nuove vie come squeeze page, welcome mat o pulsanti di iscrizione su una pagina 404.

Tuttavia, è di cruciale importanza trovare nuovi modi per entrare in contatto con i visitatori del proprio sito. Per farlo, puoi inserire opzioni di iscrizione non soltanto nei soliti punti, ma puoi sorprenderli con pulsanti in punti inusuali come appunto una pagina 404. In questo modo genererai più attenzione, e, di conseguenza, otterrai nuovi iscritti alla newsletter.

Utilizza più opzioni di registrazione possibili – idealmente su ogni pagina: ogni tanto prenditi anche del tempo per variare i tuoi moduli di registrazione e sorprendere i tuoi visitatori, ogni volta.

Non ignorare i bisogni dei tuoi clienti: se le squeeze page o i pop-up disturbano il flusso di azioni, non lo devono comunque fare troppo a lungo e non devono mancare le ricompense. Ricompensali per averti dato il loro indirizzo e-mail con uno sconto, un coupon, un piccolo regalo, consigli da insider, preview, un video da dietro le quinte, pareri dell’esperto, workshop o ispirazioni. Offri un incentivo accattivante per ogni indirizzo e-mail ottenuto.

Non utilizzare i moduli di registrazione per raccogliere dati: ricorda che stai disturbando i visitatori del tuo sito! Chiedi solo l’indirizzo e-mail e, se necessario, il loro nome. Secondo la GDPR, il nome non è più un campo obbligatorio.

Se segui questi consigli, sarai sulla retta via per ottenere nuovi iscritti alla tua e-mail.

↑ Torna in cima


In poche parole:

  • Inserisci opzioni di iscrizione in punti particolari
  • Inserisci opzioni di iscrizione su tutte le pagine
  • Varia le opzioni di iscrizione di tanto in tanto
  • Ricorda di ricompensare gli iscritti!
  • Non raccogliere dati aggiuntivi con le nuove iscrizioni

1 https://sumo.com/stories/email-signup-benchmarks

2 https://www.activecampaign.com/blog/do-pop-ups-work


Semplici e sicuri: I moduli di iscrizione DOI di CleverReach®

Non sai quale tra questi 10 modi scegliere per ottenere nuovi indirizzi sul tuo sito web? Prenditi tutto il tempo che ti serve per decidere, ma ricorda di offrire sempre un modulo di registrazione nelle pagine del tuo sito: con i moduli di iscrizione DOI (=Double-Opt-In) è semplicissimo farlo!


Ricevi nuovi articoli direttamente nella tua casella di posta!

Iscriviti ora alla nostra newsletter e ottieni consigli e suggerimenti utili per il tuo e-mail marketing.


La nostra newsletter gratuita ti tiene sempre aggiornato su notizie, consigli e suggerimenti interessanti sul tema e-mail marketing. CleverReach GmbH & Co. KG utilizzerà i tuoi dati esclusivamente per questo scopo e non li inoltrerà a terze parti. Puoi disiscriverti da questa newsletter in ogni momento o cancellarti scrivendo a info@cleverreach.com. Trovi ulteriori dettagli sulla protezione dei dati nella nostra Privacy Policy. I tuoi dati saranno cancellati dopo 3 mesi dall’iscrizione alla newsletter, contando che la cancellazione non è in conflitto con nessun obbligo di conservazione dei dati. Inviando i dati inseriti, dichiari di voler ricevere la nostra newsletter e confermi la nostra privacy policy.

 


eleonora gravina

Eleonora si occupa di marketing e comunicazione per CleverReach® Italia.