A/B Testing

Massimizza il successo delle tue campagne e-mail

screenshot: With A/B Split Testing you can compare different versions of your newsletter campaigns to optimize your email marketing

Con l’A/B test puoi confrontare diverse versioni delle tue campagne di newsletter per ottimizzare il tuo e-mail marketing: i destinatari della tua campagna di email sono divisi casualmente in due gruppi di test. Ogni gruppo riceve una versione diversa della tua newsletter.

  • Le due versioni di test differiscono solo in un dettaglio (ad esempio l’oggetto) e sono identiche in tutti gli altri aspetti.
  • Il gruppo di test A riceve la versione A; il gruppo di test B riceve la versione B della newsletter
  • Alla fine, il comportamento dei destinatari (apre, clicca) viene misurato e valutato, la newsletter viene ottimizzata al massimo.

In bocca al lupo!

1. Le variabili che puoi testare

screenshot: Variables you can test

Con l’A/B test puoi confrontare diverse versioni delle tue campagne di newsletter per ottimizzare il tuo e-mail marketing: i destinatari della tua campagna e-mail sono divisi casualmente in due gruppi di test. Ogni gruppo riceve una versione diversa della tua newsletter.

Ci sono molti parametri che puoi testare:

  • Oggetto: questo è il dettaglio più importante che decide se la tua newsletter verrà aperta o cancellata. Prova quelli lunghi e corti, divertenti e seri, personalizzati e generalizzati e molto altro ancora!
  • Testo pre-header: alcuni client di posta elettronica e il display mobile mostrano l’anteprima, ecco perché è importante quanto l’oggetto per un alto tasso di apertura.Prova due versioni differenti!
  • Nome del mittente: nome dell’azienda, membro dello staff o una combinazione di entrambi? Solo nome o nome e cognome? Non ci sono limiti alle possibilità, ma il nome giusto può influenzare enormemente il tasso di apertura!
  • Variare Tempi di invio: imposta diversi tempi e giorni di invio
  • Contenuto:
  • Layout: design della pagina, struttura, colore e forma dei pulsanti call-to-action
  • Elementi visivi: immagini, formati, caratteri e colori di sfondo
  • Indirizzo: personalizzato rispetto a generalizzato
  • Contenuto: titoli, ordine degli argomenti, lunghezza, frasi, descrizioni e call-to-action
  • Lunghezza
  • Ads: ordini esenti da costi di spedizione, coupon e sconti sono incentivi forti per i click

Suggerimento: prova solo una variabile per A/B test, altrimenti otterrai risultati non chiari e ambigui. Se si desidera testare due diverse righe dell’oggetto e il posizionamento dei pulsanti di call-to-action, ad esempio, è necessario eseguire due A/B test.

2. Impostare i criteri di prova

screenshot: Set test criteria

Seleziona i criteri di prova in base ai tuoi obiettivi e al contenuto del tuo invio:

  • Dimensione del gruppo campione
  • Tempi di invio
  • Durata del test
  • Seleziona se ci dovrebbe essere una consegna automatica alla fine del test

O fissa obiettivi come:

  • Aumentare i tassi di apertura
  • Tassi di click più elevati
  • URL (più clic unici su un URL)
  • Tasso di conversione (questo è possibile solo in connessione al monitoraggio delle conversioni)

3. Impostare l’A/B test

screenshot: Set up A/B Test
  1. Seleziona la dimensione dei gruppi campione, ad esempio il 10 percento dell’elenco che dovrebbe ricevere la campagna.
  2. Ora crea le due versioni della tua newsletter, in base ai criteri che desideri testare (ad esempio oggetto, immagini o call-to-action).
  3. I gruppi campione sono suddivisi in modo casuale e i destinatari non sanno di far parte di un gruppo di prova. Nel nostro esempio con 20.000 destinatari, 2.500 ricevono la versione A e 2.500 ricevono la versione B dell’e-mail.
  4. Dopo la durata del test (which you set before you start the test), (che hai impostato prima di iniziare il test), verrà determinata la versione vincente. Se, per esempio, si desidera identificare l’oggetto migliore attraverso i tassi di apertura, si potrà valutare dopo il test in base a quale gruppo ha registrato un numero maggiore di aperture.
  5. La versione vincente sarà quindi (se hai selezionato questa opzione) inviata automaticamente al resto dei tuoi destinatari.

4. Quale test è quello giusto?

screenshot: With A/B Split Testing you can compare different versions of your newsletter campaigns to optimize your email marketing

Per ottenere risultati utili da un A/B test, devi prima stabilire obiettivi chiari. Quali tassi vuoi ottimizzare? Quali fattori influenzano i tassi nella tua newsletter?

  • Migliorare i tassi d’apertura.Varie funzionalità possono essere testate per ottenere tassi più elevati: oggetto, nome del mittente, tempi di consegna (ora e data)
  • Aumentare le percentuali di click.La tua newsletter è stata aperta, ma come viene influenzata la tua percentuale di click? Scopri variando questi elementi: immagini, testo, colore (stile, quantità, ordine), pulsanti di call-to-action (posizionamento, dimensione, forma, colore)
  • Più fatturato grazie ad una conversione più elevata. Quali incentivi generano fatturati più elevati? Prova sconti e coupon, o non far pagare i costi di spedizione e invia regali di ringraziamento.

5. Suggerimenti

screenshot: Tips for successful newsletter testing:

Suggerimenti per testare le newsletter con successo:

  • Obiettivo: formulare obiettivi chiari. Vuoi aumentare i tassi di apertura o le conversioni? O sei più interessato a convincere più persone cliccare sui tuoi link più di ogni altra cosa? Definisci fin dall’inizio quali tassi vuoi migliorare.
  • Parametri del test: scegli i parametri corretti per il test: in base ai tuoi obiettivi, possono esserci più variabili che influenzano i tuoi parametri. Questi sono giustapposti nelle due versioni.
  • Repetizione: fai regolarmente degli A/B test. Le cose che funzionano perfettamente oggi, possono essere un disastro totale il prossimo anno. Questo è il motivo per cui dovresti fare dei test di tanto in tanto.
  • Invia contemporaneamente: i tempi di consegna possono influenzare i risultati del test. Ecco perché è necessario inviare entrambe le versioni della newsletter simultaneamente, a meno che il tempo di consegna non sia il parametro da testare.
  • Gruppo campione: scegli saggiamente il tuo gruppo campione: ottieni aiuto dallo strumento di test di newsletter di CleverReach® per assicurarti che i tuoi gruppi siano selezionati casualmente e abbiano le giuste dimensioni per generare un risultato rappresentativo.
  • Numeri: non dimenticare tutti i numeri sono importanti nell’e-mail marketing! Non solo le aperture, i click e il conversion rate hanno un ruolo importante, ma anche bounce e disiscrizioni, che possono essere testati e ottimizzati con un A/B test.

 

A/B Split Testing with CleverReach®

screenshot: cleverreach

Gestisci

  • fino 250 destinatari
  • e invia fino a 1.000 e-mail al mese gratuitamente!

Il nostro piano tariffario gratuito non ha limiti di durata. Non ci sono costi di set-up né obblighi contrattuali.

Se hai la necessità di inviare un numero maggiore di e-mail puoi scegliere tra la nostra tariffa prepagata e quella flat. Il nostro calcolatore di tariffe ti dirà qual è la soluzione più adatta alle tue esigenze!