E-mail completamente automatiche

Per un lifecycle efficace ed efficiente delle vostre campagne di e-mail marketing.

screenshot: Date vita ad e-mail completamente automatiche con CleverReach®
  • Marketing Automation con THEA
    THEA è l’ultima arrivata nella famiglia CleverReach®. Con la predisposizione per la realizzazione di campagne visive e la dashboard in dotazione, potrete progettare non solo percorsi e-mail semplici, automatizzati, ma anche catene complesse e a più livelli. E-mail di buon compleanno, buoni sconto stagionali o campagne complesse e a più livelli, ad esempio per i saldi di fine stagione, sono solo l’inizio. Con THEA potrete realizzare in un batter d’occhio semplici, ma anche complessi scenari completamente automatizzati. Il nostro motto: grazie a THEA guadagnate senza sforzi
  • Campagne di trigger
    Alcune e-mail vengono generate come risultato di un comportamento ben preciso del cliente, come ad esempio un click in una newsletter in un’area ben precisa. L’esito di questo comportamento scaturisce nella ricezione di un’e-mail sul tema specifico, oppure può manifestarsi come un’e-mail di benvenuto automatica per tutti i nuovi clienti o ancora, dopo un acquisto, in un’email contenente informazioni aggiuntive sul prodotto appena acquistato.
  • Autoresponder e follow-up
    La forma più semplice di automazione può essere così descritta: e-mail inviate tramite Autoresponder costituiscono una reazione automatica ad un’azione del cliente, come per esempio la registrazione ad una newsletter o un acquisto. Potranno inoltre essere inviate automaticamente, secondo una programmazione precisa, serie complete di e-mail.
  • E-mail/messaggi di buon compleanno
    Questa tipologia di e-mail viene sempre inviata in corrispondenza di una data ben precisa, come ovviamente lo è quella del compleanno. Ciò non toglie che può corrispondere anche al promemoria per la prossima vaccinazione del cane o della revisione della macchina.

 

1. E-mail di benvenuto

screenshot: cleverreach

Date il benvenuto ai vostri nuovi clienti o abbonati con un’e-mail di benvenuto, che vi aiuterà a rispettare i dovuti convenevoli. Mai le condizioni potranno essere più favorevoli: un nuovo cliente vi ha scelto e ora aspetta solo la vostra e-mail. Questa attesa è misurabile: infatti il tasso di aperture e il numero di click risultano essere 4/5 volte superiori rispetto ai valori misurati per la posta convenzionale. Difficilmente una newsletter è letteralmente di benvenuto come lo è una vera e-mail di benvenuto.

Approfittate di questa opportunità e non lasciate nulla al caso nella progettazione della vostra e-mail di benvenuto: oggetto e indirizzo e-mail del mittente (no-reply come indirizzo del mittente è assolutamente demotivante) sono importanti tanto quanto una corretta organizzazione dei contenuti in modo che il layout sia compatibile con ogni schermo (tablet, smartphone, monitor). Osservate in anteprima la vostra newsletter e verificate il livello di compatibilità del layout che avete scelto.

2. E-mail di conferma e prodotti consigliati

screenshot: cleverreach

Le e-mail di conferma sono un must a seguito di un acquisto: sfruttate questo canale a vostro vantaggio per fidelizzare il cliente!
Approfittate delle funzionalità di THEA, il nostro Automation Center, in quanto può aiutarvi ad includere nelle e-mail di conferma i prodotti consigliati, basati ovviamente sul prodotto/prodotti appena selezionati nel vostro shop. Incrementerete così le possibilità di sorprendere i vostri clienti con contenuti mirati e di indurli in questo modo all’acquisto dei vostri prodotti.

Esempi di e-mail di conferma:

  • Conferma di avvenuta registrazione
  • Conferma d’ordine
  • Conferma di invio
  • Status e-mail
  • Inviti al ritiro

Consiglio: integrate sempre consigli e prodotti consigliati nelle vostre e-mail di conferma!

3. Sondaggi per valutare l’indice di gradimento

screenshot: cleverreach

“Quali sono le Sue impressioni?” Se in alcune occasioni questa domanda è sconveniente, in altre è particolarmente appropriata: i clienti infatti apprezzano molto essere interpellati ed esprimere il loro parere.
Con una semplice e-mail per valutare l’indice di gradimento e il livello di soddisfazione del cliente, prenderete due piccioni con una fava: i clienti si sentiranno apprezzati e voi potrete raccogliere informazioni su quelle che sono le loro necessità.

Le domande possono essere molto generiche e generali, oppure molto specifiche circa il loro livello di soddisfazione rispetto

  • un prodotto
  • un servizio
  • i collaboratori
  • la spedizione

Quattro consigli per la realizzazione di un’ e-mail/ sondaggio sull’indice di gradimento:

  • La chiave per ottenere una buona quantità di feedback è l’essere concisi. Questionari lunghi non sono particolarmente apprezzati, infatti la compilazione non dovrebbe richiedere più di cinque minuti. L’ideale sarebbe un’indagine breve, realizzabile con un semplice click, ad esempio dando la possibilità di cliccare direttamente su una scala di valutazione.
  • Non siate troppo offensivi. Il fatto che venga richiesto il suo parere, per il cliente è un fatto positivo: non siate incalzanti o assillanti.
  • Date un volto alla vostra e-mail, in modo che un interlocutore competente delle pubbliche relazioni funga da mittente
  • Ringraziate della disponibilità dimostrata nella compilazione del questionario con un buono sconto!
  • Non considerate l’indagine solo come un mero strumento di fidelizzazione, ma piuttosto come autentico valore aggiunto grazie al quale, sulla base dei risultati ottenuti, migliorare i servizi offerti.
  • Inoltrate i vostri questionari mirati subito dopo un’azione specifica, ad esempio dopo un acquisto nel vostro online shop. Nel caso in cui si trattasse di un’azione negativa, come ad esempio l’abbandono di un carrello o la disiscrizione da una newsletter, dall’indagine potrebbe emergere che il rapporto con il cliente non è ancora realmente perduto, ma che può essere recuperato.

Sondaggi per valutare il livello di soddisfazione possono essere inviati:

  • dopo un acquisto
  • dopo una consulenza
  • dopo aver contattato il supporto tecnico
  • dopo la cancellazione da una newsletter

Missione compiuta!

4. E-mail di riattivazione (Buoni sconto e Voucher)

screenshot: cleverreach

I clienti fedeli e di lunga data sono il bene più prezioso delle aziende di successo. In futuro però saranno investite sempre più risorse, attenzione e denaro, nell’acquisizione di nuovi clienti, rispetto a quanto verrà investito per il mantenimento di quelli esistenti. È quindi molto importante mantenere comunque i contatti con questi clienti in quanto offrono e rappresentano un valore aggiunto. L’esito di questa nuova prioritizzazione è la standardizzazione dei contenuti: non è però una buona soluzione, in quanto renderà poco attrattiva la vostra newsletter. In questo modo le vostre e-mail verranno inviate di default dal sistema, ma non è assicurato che verranno aperte e tantomeno lette. È possibile però ovviare a questo problema con svariate newsletter e campagne espressamente dedicate alla riattivazione degli utenti.

    Consiglio:il vostro piano passo dopo passo

    • Definire come “inattivo“
      Questo stato viene raggiunto dopo aver inviato con frequenza regolare newsletter rispettando diversi e predefiniti intervalli di tempo. In alcuni casi il “silenzio radio” viene predisposto dopo un mese di inattività, in altri dopo tre o sei mesi.
    • • Risvegliare l’attenzione attraverso la riga dell’oggetto
      Formulate in modo conciso e accattivante l’oggetto della vostra e-mail, in modo tale che si distingua da quelli più spesso utilizzati.
    • Non vale l’uno per tutti, ma il tutti per uno
      Non arrendetevi se la prima e-mail di riattivazione non produce risultati. Fate, secondo una sequenza definita in precedenza, diversi tentativi consecutivi, tenendo sempre conto di quella che era la normale frequenza di invio. Anche in questo THEA può aiutarvi grazie alla sua dashboard per la realizzazione di campagne di e-mail marketing. Sospendete gli invii frequenti e procedete con nuovi tentativi, intervallando gli inoltri con attese più lunghe.
    • Piccoli regali per mantenere l’amicizia
      Mostrate ai vostri clienti quanto sono importanti per voi, ad esempio con un omaggio di “Bentornato” sotto forma di buono sconto.
    • Siate fantasiosi
      Testate la vostra e-mail di riattivazione conducendo un A/B testing ed inviatela in diverse versioni: variate le offerte e differenziate stilisticamente le vostre e-mail dalle comuni newsletter.
    • Personalizzate
      Utilizate le informazioni che avete a disposizione sui clienti perduti per personalizzare le vostre e-mail.
    • I numeri non mentono
      Verificate regolarmente il successo della vostra campagna di riattivazione e apportate modifiche quando risulta necessario.

     

5. E-mail dinamiche

screenshot: cleverreach

Normalmente una volta inviata, un’e-mail non può più essere modificata, ma gli elementi dinamici possono essere adattati di conseguenza. CleverReach® vi permette di dynamische Elemente.

Utilizzando i contenuti dinamici potrete includere e visualizzare nelle vostre newsletter immagini e dati prodotto, come ad esempio le offerte disponibili su Amazon. In questo modo potrete collegare CleverReach® con qualunque shop online, per inviare sempre ai vostri clienti le offerte, le informazioni e i prodotti più aggiornati.

E-mail completamente automatiche: pianificare bene per vincere in partenza

screenshot: cleverreach

Create e spedite newsletter gratuitamente

  • Fino a 2,500 destinatari
  • Fino a 10,000 e-mail al mese!

Il periodo di validità per usufruire dell’offerta non ha limitazioni. Non sono previsti costi di setup e vincoli contrattuali.

Per tutti gli ordini e gli invii successivi è possibile scegliere tra la nostra tariffa prepagata e una tariffa forfettaria. Il nostro listino prezzi vi aiuterà a calcolare qual è la tariffa più adeguata in base alle vostre esigenze.